venerdì
18 gennaio 2019

01:09

LIBRI CONSIGLIATI #407

Inquisizione Michelangelo
Matteo Strukul
€ 12,00
2018, 384 p., rilegato
Newton Compton (Collana: Nuova narrativa Newton)

Politica, religione, società segrete… Dopo i bestseller sui Medici, il nuovo romanzo di Matteo Strukul ha per protagonista il genio della Sistina. Lo sconvolgente segreto di Michelangelo sta per essere svelato al mondo intero.

«Strukul è un autore eclettico e accattivante. Un Dumas 2.0» – TuttoLibri

«Il libro di Strukul si muove ben tra l’invenzione e l’utilizzo di una robusta bibliografia. Si fa leggere volentieri e si ha proprio l’impressione di essere nella spoglia casa di Michelangelo a Macel de’ Corvi. Il lettore si divertirà.» – Il Giornale

«La fragile umanità del genio toscano che seppe tramutare l’arte in ribellione mettendo a rischio non solo la propria carriera ma anche la vita. Strukul torna a dipingere il Rinascimento come uno dei periodi più gialli della Storia.» – Vanity Fair

Roma, autunno 1542. All’età di sessantasette anni, Michelangelo è richiamato ai suoi doveri: deve completare la tomba di Giulio II, opera ambiziosa ma rinviata per quasi quarant’anni. Guidobaldo II, erede dei Della Rovere, non accetterà altre scuse da parte dell’artista. Ma Michelangelo si trova nel mirino dell’Inquisizione: la sua amicizia con la bellissima Vittoria Colonna non è passata inosservata. Anzi, il cardinale Gian Pietro Carafa, capo del Sant’Uffizio, ha ordinato di far seguire la donna, con lo scopo di individuare il luogo in cui si riunisce la setta degli Spirituali, capeggiata da Reginald Pole, che propugna il ritorno alla purezza evangelica in una città in cui la vendita delle indulgenze è all’ordine del giorno. Proprio la Roma divorata dal vizio e violata dai Lanzichenecchi sarà il teatro crudele e magnifico in cui si intrecceranno le vite di Malasorte, giovane ladra incaricata di spiare gli Spirituali, di Vittorio Corsini, Capitano dei birri della città, di Vittoria Colonna, marchesa di Pescara, e dello stesso Michelangelo Buonarroti, artista tra i più geniali del suo tempo. Tormentato dai committenti, braccato dagli inquisitori, il più grande interprete della cristianità concepirà la versione finale della tomba di Giulio II in un modo che potrebbe addirittura condannarlo al rogo…

Rinascimento. Il genio e il potere dai Medici ai Borgia
Matteo Strukul
€ 29,90
2018, 288 p., ill., rilegato
Mondadori Electa (Collana: Arte e cultura)

Il Rinascimento è la sintesi perfetta dei miei tre grandi amori – l’Italia, la Storia, l’Arte – e quanto di più incredibile l’Uomo abbia saputo concepire negli ultimi mille anni. Firenze e Roma anzitutto, ma anche Venezia, Padova e Ferrara. Napoli, Milano.

«Novello vide gli avversari finire in ginocchio, cadere bocconi, accasciarsi con gli impennaggi delle frecce che gli fuoriuscivano dalla carne come steli di fiori mortali. Fu allora che diede l’ordine di attaccare con tutte le proprie forze il fianco dell’esercito scaligero»

Cent’anni, dalla cupola di Filippo Brunelleschi al Sacco di Roma. Dal sogno che divenne realtà, con la cupola impossibile di un orafo fiorentino pazzo e geniale, fino al più spietato e terrificante saccheggio mai perpetrato nella storia dell’umanità. Nel mezzo, i capitani di ventura, Donatello, il suo David, Leonardo da Vinci e il dipinto perduto della Battaglia d’Anghiari; e poi Marsilio Ficino, Pico della Mirandola e l’Accademia neoplatonica, La nascita di Venere di Sandro Botticelli e la corte di Lorenzo il Magnifico. E ancora, il lato oscuro del Rinascimento con Lucrezia Borgia, il Valentino, i lanzichenecchi, ma anche il coraggio di uomini d’arme come Giovanni dalle Bande Nere. L’amore dunque. E la passione. Nessuna pretesa di spiegare, solo otto frammenti a comporre una galleria di parole e immagini: brevi saggi divulgativi, racconti, scampoli di biografia, scene d’azione, riflessioni a corto raggio. E poi tele straordinarie e affreschi, disegni, illustrazioni, fotogrammi, monete, spade, stemmi, in una giostra di elementi grafici e visivi che spero possa rapire i vostri occhi. Tutto questo nel tentativo di diffondere una passione bruciante per l’Italia, culla di Arte e Storia, che troppo spesso diamo per scontata, quella che tutti ci invidiano e che dimentichiamo colpevolmente. Nostalgia. Forse sì. Ma anche consapevolezza del nostro passato, di quell’eredità che ci fa chiamare italiani. L’Italia vista nello splendore del suo Rinascimento. Ecco, questo libro è un modo per tornare a innamorarsi di lei. (M.S.)

Il fiore del deserto. La rivoluzione delle donne e delle comuni tra l’Iraq e la Siria del nord
Davide Grasso
€ 16,00
2018, 349 p., ill., brossura
Agenzia X

Ottobre 2017: gli ultimi miliziani dell’Isis lasciano Raqqa. Marzo 2018: i combattenti delle Ypg-Ypj si ritirano da Afrin, invasa dalla Turchia. Sono passati tre anni dalla resistenza di Kobane ma la Siria del nord è ancora attraversata dalla guerra, mentre gli equilibri tra i diversi attori internazionali continuano a mutare causando nuove devastazioni e vittime innocenti. Resistente e rara come un fiore del deserto, la rivoluzione del Rojava è riuscita a prosperare nonostante si trovi al centro del campo di battaglia. Un progetto in espansione che posa le sue fondamenta su una Federazione multilinguistica e pluralista, dove hanno luogo le più avanzate sperimentazioni sociali e politiche del nostro tempo: autonomia delle donne, cooperazione comunalistica, autogoverno. Da uno scrittore che ha vissuto sul territorio e ha partecipato attivamente alla lotta, un libro che offre le fondamentali chiavi di comprensione del processo in corso, attraverso numerose testimonianze raccolte in diretta e una serie di riflessioni e approfondimenti sulle diverse fasi del conflitto e della maturazione del percorso rivoluzionario. Un viaggio tra comuni agricole, campi profughi autogestiti, eserciti volontari, paesaggi urbani e fronti di combattimento. Squarci di vita quotidiana, pratiche e prospettive di un movimento confederale che pone ancora alla nostra attenzione il problema del rapporto tra stato e trasformazione, avanguardia e popolo, insurrezione e organizzazione, regole e cambiamento, tradizione ed educazione.

Auschwitz non vi avrà. Una famiglia di ebrei italiani in fuga dalla persecuzione nazifascista
Guido Hassan, Giuseppe Altamore
€ 18,00
2018, 192 p., brossura
San Paolo (Collana: Le vele)

Settembre 1943. Dopo l’annuncio dell’armistizio, si scatena la furia nazifascista con la caccia all’ebreo. Sulla sponda piemontese del lago Maggiore, i nazisti della 1ª Divisione Panzer SS “Leibstandarte SS Adolf Hitler” catturano, depredano e uccidono uomini, donne e bambini. Alla fine le vittime ebree finite nel lago saranno almeno 57. Guido Hassan e la sua famiglia sfuggono miracolosamente al rastrellamento. Sfuma la possibilità di fuga nella vicina Svizzera e per salvarsi Guido, la sorella Fiorella e i genitori si nascondono come topi per mesi in una cantina di Crema grazie al buon cuore di un orefice del luogo, Ernesto May. In seguito, in una gelida notte d’inverno, riusciranno a oltrepassare il confine con la Svizzera. La storia di questa famiglia ebraica, che inizia nella Libia occupata dal regime fascista, è densa di colpi di scena, a partire da un matrimonio che l’allora governatore di Tripoli Italo Balbo cercò di contrastare con tutti i mezzi… Prefazione di Liliana Segre.

Il banco vuoto. Scuola e Leggi razziali. Venezia 1938-45
Maria Teresa Sega
€ 16,00
2018, 156 p., brossura
Cierre Edizioni

1938: il razzismo è legge dello Stato. Entra nella vita quotidiana, nelle aule scolastiche, nelle menti e nei cuori delle persone. Presidi e insegnanti, ligi esecutori di ordini ministeriali, li applicano con burocratica freddezza. Ci giunge testimonianza di un solo direttore che usa parole di conforto nei confronti di un alunno fatto uscire dall’aula e lasciato in cortile da solo: «Coraggio, verranno tempi migliori». Che cosa accadde agli studenti ebrei veneziani dopo l’emanazione dei Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista? Il libro racconta i loro vissuti attraverso le testimonianze dei protagonisti: bambini e bambine cacciati dalla scuola elementare, ragazzi e ragazze che non possono iscriversi alla secondaria, sorridenti nelle fotografie di classe. Di lì a poco – novembre 1943, quando anche gli ebrei italiani sono dichiarati “stranieri” e “nemici” e segue l’ordine di arresto – si abbatte su loro e le loro famiglie la persecuzione nazifascista. Bisogna fuggire, nascondersi, cambiare nome per mettersi in salvo, sfuggire alla deportazione. Molti i salvati, grazie anche all’aiuto di amici o di sconosciuti che non hanno abdicato al senso di umanità.

Il libro della canapa. Ieri oggi domani
G. Luigi Casalgrandi
€ 10,00
2018, 90 p., ill., brossura
Il Fiorino

“Questo libro tratta di un aspetto importante della civiltà contadina che ebbe tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento un notevole sviluppo ed una diffusa importanza sociale e produttiva, specialmente in Emilia Romagna. Ma questa storia avrà ancora un nuovo e positivo sviluppo nel futuro ecosostenibile del nostro Paese, come ha dimostrato anche la sperimentazione e l’impegno della Partecipanza Agraria di Nonantola. Lo consiglio agli insegnanti della scuola dell’obbligo come supporto scolastico per una lezione sulla civiltà contadina, sul lavoro sudato, faticoso e professionale di braccianti e contadini che ha creato reddito e progresso con un prodotto dell’agricoltura ‘povero’.” (dalla presentazione di Gino Malaguti)

Ferruccio Lamborghini. I trattori
Tonino Lamborghini
A cura di: G. Musi, G. Pesce
€ 20,00
2018, 216 p., ill., rilegato
Minerva Edizioni (Bologna)

“Ferruccio Lamborghini. I trattori” è il primo volume interamente dedicato ai trattori Lamborghini firmato da Tonino Lamborghini, erede del fondatore del gruppo del Toro. Inoltre, è la prima pubblicazione al mondo che raccoglie tutti i modelli dei trattori Lamborghini prodotti da Ferruccio attraverso una minuziosa catalogazione di schede tecniche originali, foto ufficiali e depliant. I trattori sono stati il grande amore di Ferruccio, in stretto connubio con le vetture di gran classe che si possono considerare loro naturale evoluzione industriale. È stato infatti utilizzando anche pezzi nati per i trattori che Lamborghini ha dapprima migliorato e quindi innovato le sue supercar. Il libro si propone non solo di illustrare la parte tecnica dei veicoli altamente innovativi creati da Ferruccio, ma anche di raccontare la nascita della fabbrica Trattori e soprattutto l’eccezionale tipo di vita e socialità che si registrava all’interno del centro produttivo.

Impresa & jazz. Il lavoro di gruppo a tempo di swing
Erika Leonardi
€ 14,50
2018, 141 p., brossura
Guerini Next

Darsi regole, e poi infrangerle con senso di responsabilità. Un paradosso, solo apparente, per vincere la sfida di sempre: lavorare serenamente, tutti insieme. Dove trovare suggerimenti per raggiungere questo obiettivo? Erika Leonardi ci prova con il jazz. Dimostra che ci sono straordinarie affinità con l’organizzazione di un’impresa: regole e flessibilità, spirito di squadra e responsabilità individuale sono le componenti della quotidianità aziendale che, come una jazz band, alterna gruppo e individuo, regole e caos, competenza e innovazione. Ma il jazz propone insegnamenti utili anche alla nostra vita. Come osserva Gegè Telesforo nella Prefazione, sono tante le analogie tra musica e vita: «Ciascuno di noi troverà situazioni simili nel suo percorso lavorativo, così come in quello personale».

Temporary road. (Una) vita di Franco Battiato. Dialogo con Giuseppe Pollicelli. Con DVD video
Franco Battiato, Giuseppe Pollicelli
€ 27,00
2018, 92 p., ill.
La nave di Teseo +

Il racconto intimo e completo di un artista sempre ostinatamente rivoluzionario. Un eccezionale cofanetto: il libro, nato a partire da un dialogo con Giuseppe Pollicelli per il documentario omonimo a lui dedicato, è arricchito da foto inedite del backstage delle riprese, con un dvd del documentario.

Cinestoria del Giappone. Il Sol Levante attraverso i suoi film
Giuliano Tani
€ 15,00
2018, 190 p., ill., brossura
Kappalab (Collana: Lab)

Tra tutte le arti, il cinema giapponese ha colpito con maggior forza l’immaginario collettivo, attraversando la storia della nazione e testimoniandone gli epocali mutamenti sociali. Forse è per questo che la cinematografia nipponica è riuscita ad appassionare e trasmettere emozioni anche a spettatori occidentali che non possiedono una specifica conoscenza della cultura del Sol Levante. Questo saggio enciclopedico nasce con un duplice obiettivo: da un lato è un prezioso supporto per approfondire i classici del cinema (Mizoguchi, Kurosawa, Kobayashi…) – segnalando al contempo i maestri dimenticati (Kinugasa, Kinoshita…) e le nuove generazioni di cineasti (Takita, Miike…) – e dall’altro un saggio storico che ripercorre di film in film tutta la storia del Giappone. La storia del Sol Levante svelata attraverso il suo ricchissimo patrimonio cinematografico. Dalla nascita del Giappone per mano delle divinità Izanagi e Izanami all’epoca Yamato, dallo sviluppo della classe dei samurai all’origine del buddismo, fino all’epoca Edo, che gettò le basi per la struttura sociale orientale moderna.

*descrizioni a cura delle rispettive case editrici.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami